skialp

  • Lyngen Alps – Norvegia

    Terzo anno alle Lyngen e terzo anno di emozioni. Le montagne qui sono più imponenti che non alle Lofoten. Le cime superano i 1000 metri e si può passare da gite più conosciute e classiche a posti più remoti e meno battuti. L’imbarazzo della scelta anche come pendenze, da quelle più plaisir a canali più ripidi. Una penisola selvaggia e proprio per questo unica.

    Quest’anno eravamo con un gruppo speciale, un gruppo di persone che possiamo chiamare amici e che hanno già condiviso con noi parecchie avventure, tra cui il Selvaggio Blu e la Turchia. Una settimana alla ricerca della powder e dei chili dei pasta per rigenerarsi dopo delle giornate ricche di soddisfazione. Saune, divenenti di neve e molto altro 😉

  • Lofoten – Norway

    La nostra prima volta alle Lofoten. Pensavamo che avendo già visto le Lyngen il paesaggio sarebbe stato simile, e invece no. Siamo sempre in Norvegia, sempre sopra al circolo polare artico, ma l’offerta nonché la vista, dei due posti, è completamente diversa.

    Leggi tutto: Lofoten – Norway

    Le Lofoten sono un po’ tipo un “mini golf”. Le cime sono più basse, il mare più vicino. Più acqua che ci circonda, per la conformazione dell’arcipelago. Paesini con case rosse e poco distante strutture di legno dove vengono appesi i merluzzi a seccare. Kanelsnurr e birra norvegese.

    Il campo da calcio di Hennigsvear è da vedere e stupisce tanto quanto le jacuzzi vista fiordo. Quest’anno le condizioni erano più primaverili che invernali, ma ciò non ha diminuito il nostro divertimento. Le Lofoten consentono di sbizzarrirsi con giri ad anello e doppia pellata per arrivare di poco oltre ai 1000m di dislivello giornalieri.

    E quando la sera le energie diminuiscono e si sta bene sul divano delle nostre cabins a scambiare risate e racconti, è li che spunta l’aurora boreale..

    Il resto?? potrete scoprirlo con noi l’anno prossimo 😉

  • tour dell’Albergian – Scialpinismo Pragelato

    Il nome sembra spingerci lontano, fuori dal Piemonte, o almeno da trentina questo è quello che mi viene subito in mente. Anche perche pensavo si scrivesse Alberjan 

    In realtà stiamo andando poco lontano da quelli che erano i vecchi impianti di Pragelato, dal monte Morefreddo e da quelle che sono le montagne di casa di Marta e di suo papà, mente di questo giro all’insegna dell’avventura e della scoperta di posti nuovi per tutti.



    read more
  • Les 3 Cols

    Ed ecco che con grande piacere, e forse oserei dire anche un po’ di sana emozione, torniamo a scrivere sulle pagine di questo blog.

    Qualche mese di silenzio, ma anche di attesa e pianificazione! Abbiamo atteso la neve, abbiamo lavorato e pensato ai progetti futuri, fino a che il futuro non è diventato presente. 

    Ci ritroviamo a caricare la macchina, con corde, caschetto e imbrago ma questa volta anche con gli sci. Andiamo in Francia, a Chamonix. Marco ha adocchiato un bel giro, una grande classica ma piuttosto lunga, e per questo un po’ meno frequentata. Il percorso si chiama “Les 3 cols”, e ripercorre l’inizio della Haute Route Chamonix-Zermatt.



    read more
  • Monte Rosa con gli sci

    È da circa un mese e mezzo che mi ripeto che questa sarebbe stata l’ultima uscita con gli sci, ma per un motivo o per l’altro non ho ancora rispettato questa promessa. Forse la motivazione principale è che sciare è una mia grande passione, e che le condizioni straordinarie di quest’anno vadano sfruttate fino alla fine. 



    read more
  • Concateniamoci tutti

    Poco tempo fa Furli, un compagno del corso guide di Marco, mi scrive, chiedendo se fossi libera per i giorni successivi, poiché lui e Gio, altro socio di Marco, hanno un progettino in mente. In caso fossi interessata, e disponibile, mi avrebbero spiegato. La curiosità è donna, oltre che parte essenziale del mio carattere. Quindi, libera e curiosa, ho chiesto di poter sapere cosa avessero in mente. Un concatenamento.



    read more
  • Tour della guglia di mezzodì

    La settimana scorsa Marco mi chiede: “sei libera nei prossimi giorni? La Gigia mi ha chiesto se facciamo una gita insieme e io gli ho proposto lo Spaccacorna. Se fossi libera, avrebbero piacere che ci fossi anche tu”.

    Dato il periodo con maggior tempo a disposizione sono felice di poter andare a rifare questo bellissimo giro in buona compagnia, che questa volta Marco ha però pianificato con una variante in più!

    Ci troviamo alle 6.30 del mattino a Pian del Colle con Gigia, Franci e Comme. 

    Gigia e Franci sono delle grandi appassionate di sci alpinismo e Comme, parigino momentaneamente trapiantato in alta val Susa per stare con la sua bella Franci, negli ultimi anni ha scoperto il piacere di sciare, proprio grazie a lei.

    La nostra gita però parte subito in salita. In tutti i sensi. Scopriamo che le batterie dell’Artva di Gigia sono a zero, e, dopo aver ribaltato la macchina per trovare delle batterie extra senza successo, decido di fare una corsa a casa (Bardonecchia Oulx – Oulx Bardonecchia) per recuperare delle batterie cariche. Nel frattempo loro partono (tanto la prima parte del percorso si svolge per 500 metri di dislivello in una stradina nel bosco), ed io mi preparo mentalmente a questo vertical in solitaria per raggiungerli il prima possibile!



    read more